Sbocchi professionali

Il corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria (LM-85 bis) quinquennale a ciclo unico è abilitante per l’insegnamento nella scuola dell’infanzia e nella scuola primaria.

Gli esiti occupazionali relativi ai laureati in Scienze della Formazione Primaria in Italia, descritti dalla XVIII indagine AlmaLaurea (2016) sono molto significativi: il tasso di occupazione (def. Istat) tra i laureati varia dall’88% ad un anno dalla laurea, al 96,4% a cinque anni dalla laurea, e il tasso di disoccupazione (def. Istat) a 5 anni dalla laurea è dell’1.1%.Dalla stessa indagine emergono altri dati molto eloquenti: la tipologia dell’attività lavorativa è a tempo indeterminato per il 34,3% dei laureati ad un anno. Tale percentuale arriva all’83% per i laureati a 5 anni dalla laurea. Il tempo medio che trascorre dalla laurea al reperimento del primo lavoro è di 3,6 mesi.

Se ci restringiamo al contesto regionale toscano, dove finora era attivo il corso solo presso l’Università di Firenze, tali dati sono ancora più elevati: il tasso di occupazione dopo 1 anno dalla laurea è del 93,2% e quello di disoccupazione a 5 anni dalla laurea è lo 0%.

Anche il Rapporto AlmaLaurea 2017 – ad ora sviluppato solo a macro-livello Nazionale – conferma come il titolo conseguito con la Laurea in Scienze della Formazione Primaria assicura eccellenti probabilità di trovare lavoro, in particolare nell’ambito dell’insegnamento primario e pre-primario.

Questi dati, unitamente alla richiesta da parte delle scuole del territorio di figure professionali qualificate per posti a tempo determinato e, soprattutto, alle proiezioni MIUR relative ai pensionamenti massicci nei prossimi anni e al calcolo del fabbisogno di insegnanti nella scuola dell’infanzia e primaria, mostrano: da una parte come la necessità formativa di figure professionali competenti nell’educazione dai 3 ai 10 anni sia forte, in Italia e più nello specifico in Toscana, al netto dell’attuale possibilità formativa dei CdS in Scienze della Formazione Primaria esistenti; dall’altra le possibilità lavorative molto alte che il titolo garantisce agli studenti che riescano ad accedere al Corso di Laurea.